Imu e Tasi, rischio aumento nell’80 per cento dei Comuni

Fra i proprietari di seconde case, negozi, alberghi e così via l’allarme ha già cominciato a suonare. Dal 1° gennaio potranno ricominciare a muoversi le aliquote dei Comuni, che con l’Imu-Tasi si fanno sentire prima di tutto proprio sul mattone. Giusto mentre i dati del mercato immobiliare continuano a essere deludenti (per Idealista, che ha passato in rassegna 459mila annunci in 1.389 Comuni i prezzi medi nell’ultimo trimestre di quest’anno sono scesi del 3,7%), e la crescita economica che rallenta non lascia supporre cambi di passo a breve.
Articolo completo su ‘‘il Sole 24Ore

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *